Beyond Bulls & Bears

Elezioni parlamentari europee: un barometro del pensiero europeo?
Obbligazionari

Elezioni parlamentari europee: un barometro del pensiero europeo?

Le elezioni parlamentari europee in genere non generano grande interesse nei giornali internazionali, ma con la Brexit ancora irrisolta, questa volta sono al centro dell’attenzione, secondo David Zahn, Head of European Fixed Income.

Mercato obbligazionario europeo: cosa c’è oltre la politica?
Obbligazionari

Mercato obbligazionario europeo: cosa c’è oltre la politica?

Anche se la politica potrà dominare l'agenda degli investimenti in Europa ed altri paesi, a nostro giudizio non sarà l'unico tema per gli investitori.

Aspetti positivi in una settimana turbolenta per l’Europa
Obbligazionari

Aspetti positivi in una settimana turbolenta per l’Europa

Pur ritenendo importante continuare a tenere conto dei fondamentali sottostanti, ritengo che gli eventi politici e la politica monetaria rappresenteranno i propulsori più importanti dei mercati finanziari nel corso del prossimo anno.

Perché i mercati sono più prudenti rispetto alle prossime potenziali insidie politiche
Obbligazionari

Perché i mercati sono più prudenti rispetto alle prossime potenziali insidie politiche

Sebbene il referendum costituzionale italiano possa apparire di portata piuttosto limitata rispetto alle elezioni statunitensi o al voto Brexit, è potenzialmente in grado di creare ulteriore incertezza per l’Unione Europea, che già fatica ad assimilare le implicazioni della vittoria di Trump.

Implicazioni delle elezioni statunitensi per l’Europa: cosa sfugge a molti osservatori
Obbligazionari

Implicazioni delle elezioni statunitensi per l’Europa: cosa sfugge a molti osservatori

È giusto ricordare che i referendum che si sono tenuti recentemente in tutto il mondo non si sono dimostrati un grande successo per chi li aveva indetti. Resta da vedere se tale sfortunata tendenza continuerà anche con il referendum italiano sulla riforma costituzionale, previsto per il 4 dicembre.

Un’estate bollente per la politica europea
Obbligazionari

Un’estate bollente per la politica europea

Pur considerando la decisione della Banca d’Inghilterra di tagliare ulteriormente i tassi di interesse ad agosto, al livello minimo dello 0,25%, come una reazione importante al voto della Brexit, ritengo che sarà più importante vedere come condurrà il programma di quantitative easing potenziato.

Quale futuro si profila per l’Europa ed il Regno Unito con l’incombere del referendum italiano?
Obbligazionari

Quale futuro si profila per l’Europa ed il Regno Unito con l’incombere del referendum italiano?

Riteniamo che la stabilità di governo, una valuta più debole ed una Banca Centrale accomodante dovrebbero aiutare a ridurre al minimo le ripercussioni economiche della Brexit.

Il Regno Unito ha scelto di lasciare l’UE
Obbligazionari

Il Regno Unito ha scelto di lasciare l’UE

Se il Regno Unito, la quinta maggiore economia al mondo, non vuole restare nell’UE, possiamo aspettarci che altri Stati membri inizino a porsi domande simili sulla loro appartenenza futura?

Brexit: tutti gli occhi puntati sui politici

Brexit: tutti gli occhi puntati sui politici

Pensiamo che le ripercussioni della Brexit sul resto dell’Europa siano decisamente molto più serie di quanto molti ritengano.

Perché l’Europa sbaglia a ignorare la minaccia di Brexit

Perché l’Europa sbaglia a ignorare la minaccia di Brexit

Molti investitori europei sembrano ritenere che questa decisione sulla cosiddetta “Brexit” sia un problema che riguarda soltanto il Regno Unito. Riteniamo che sia un atteggiamento sbagliato e che la Brexit abbia implicazioni significative per i mercati degli investimenti in tutta l’Europa.

La crescita del mercato obbligazionario europeo osservata in prospettiva

La crescita del mercato obbligazionario europeo osservata in prospettiva

Condividiamo la comune previsione che la volatilità osservata negli ultimi mesi sia destinata a continuare per qualche tempo e per questo motivo ci aspettiamo che la BCE proceda a un maggiore allentamento, probabilmente ampliando ulteriormente il proprio programma di QE.

Niente fuochi d’artificio della BCE: Draghi opta per un basso profilo

Niente fuochi d’artificio della BCE: Draghi opta per un basso profilo

Mario Draghi e i colleghi del consiglio direttivo hanno voluto evitare di calcare troppo la mano, preferendo invece proseguire nel percorso intrapreso e dimostrare di essere pronti ad agire.