Beyond Bulls & Bears

Una Fed più accomodante

Una Fed più accomodante

Sebbene il consenso di mercato non sembri attualmente preoccupato per l’inflazione, sappiamo che la situazione potrebbe cambiare rapidamente. Nel lungo termine, siamo certi che un’inflazione più elevata del previsto rappresenti un potenziale rischio.

La volatilità non è un indicatore di recessione negli Stati Uniti

La volatilità non è un indicatore di recessione negli Stati Uniti

Ritengo che quando verso la fine dell’anno rivaluteremo la situazione in retrospettiva, considereremo questo periodo come una pausa della crescita nell’arco di un ciclo espansionistico lungo.

Una prospettiva alternativa sulla volatilità

Una prospettiva alternativa sulla volatilità

Sulla base delle attuali prospettive economiche, con i mercati finanziari ancora alle prese - tra gli altri problemi - con il rallentamento del tasso di crescita cinese e l’incertezza sui tassi d’interesse globali, prevediamo che la volatilità possa persistere ancora per qualche tempo ed eventualmente addirittura aumentare.

Perché l’Europa sbaglia a ignorare la minaccia di Brexit

Perché l’Europa sbaglia a ignorare la minaccia di Brexit

Molti investitori europei sembrano ritenere che questa decisione sulla cosiddetta “Brexit” sia un problema che riguarda soltanto il Regno Unito. Riteniamo che sia un atteggiamento sbagliato e che la Brexit abbia implicazioni significative per i mercati degli investimenti in tutta l’Europa.

La crescita del mercato obbligazionario europeo osservata in prospettiva

La crescita del mercato obbligazionario europeo osservata in prospettiva

Condividiamo la comune previsione che la volatilità osservata negli ultimi mesi sia destinata a continuare per qualche tempo e per questo motivo ci aspettiamo che la BCE proceda a un maggiore allentamento, probabilmente ampliando ulteriormente il proprio programma di QE.