Beyond Bulls & Bears

Il ritmo di innovazione e disruption sta accelerando; cosa significa questo per gli investitori?
Azionari

Il ritmo di innovazione e disruption sta accelerando; cosa significa questo per gli investitori?

Alla luce della mole di nuove tecnologie adottate nella nostra vita di ogni giorno, cosa supererà la prova del tempo e cosa si dimostrerà semplicemente una fase passeggera? Matt Moberg, Vice President, Franklin Equity Group, spiega perché la gestione attiva è essenziale per distinguere tra le tecnologie in grado di plasmare la vita e fenomeni unicamente di moda.

Non è in questo modo che di norma si concludono i cicli dei mercati azionari
Azionari

Non è in questo modo che di norma si concludono i cicli dei mercati azionari

Dylan Ball, Head of European Equity Strategies, Templeton Global Equity Group spiega perché pensa che l’attuale ciclo dei mercati azionari debba fare ancora una certa strada in Europa e perché si aspetta una ripresa dell’attività sul fronte delle fusioni e acquisizioni internazionali.

Mercati volatili: colpa dei trader ad alta frequenza?
Azionari

Mercati volatili: colpa dei trader ad alta frequenza?

“A nostro parere, il trading ad alta frequenza svolge un ruolo importante nei crolli o nelle riprese di mercato e tale influenza tende ad accentuarsi quando i titoli azionari o i mercati hanno bassi livelli di liquidità.” – Stephen Dover, Head of Equities

Siamo di fronte a un caso di cane che si morde la coda? Alcune riflessioni sulla resilienza del mercato degli ETF
Prospettive

Siamo di fronte a un caso di cane che si morde la coda? Alcune riflessioni sulla resilienza del mercato degli ETF

Gli ETF accentuano la volatilità dei mercati finanziari? Jason Xavier, responsabile di EMEA ETF Capital Markets di Franklin Templeton Investments, pensa di no.

La curva dei rendimenti statunitensi segnala una recessione negli Stati Uniti?
Obbligazionari

La curva dei rendimenti statunitensi segnala una recessione negli Stati Uniti?

Sebbene una parte della curva dei rendimenti statunitensi si sia invertita quest’anno, i nostri responsabili degli investimenti spiegano perché non sono preoccupati per una recessione negli Stati Uniti, almeno non ancora.