Beyond Bulls & Bears

Un’ottica di lungo termine sull’innovazione
Azionari

Un’ottica di lungo termine sull’innovazione

Matt Moberg di Franklin Equity Group suggerisce di guardare oltre i timori di breve termine del mercato e di concentrarsi su cinque temi a contenuto tecnologico che potrebbero rivoluzionare le pratiche commerciali tradizionali nel prossimo decennio.

Risorse naturali: Enfasi sulle opportunità di alta qualità in un mercato turbolento
Azionari

Risorse naturali: Enfasi sulle opportunità di alta qualità in un mercato turbolento

Nonostante le pessime prospettive delle società di risorse naturali, per diversi timori legati al coronavirus, Fred Fromm di Franklin Equity Group spiega perché ritiene che alcune società siano molto più solide che durante l’ultima crisi economica. Illustra anche il motivo della particolare attenzione che riserva alla liquidità e alla capacità delle aziende di sopravvivere fino a quando l’equilibrio tra domanda e offerta non migliorerà.

Views sull’allocazione: Un approccio agile al 2020
Multi-Asset

Views sull’allocazione: Un approccio agile al 2020

Sebbene l’allentamento delle tensioni commerciali fra Stati Uniti e Cina abbia restituito ottimismo agli investitori sulla crescita economica globale, secondo Ed Perks e Gene Podkaminer di Franklin Templeton Multi-Asset Solutions si profilano ancora all’orizzonte alcuni potenziali ostacoli geopolitici. Nell’ultimo numero di “Views sull’allocazione”, condividono le loro preoccupazioni e spiegano perché rimangono convinti che occorra una gestione agile per affrontare le criticità del nuovo anno.

Affrontare la volatilità di mercato indotta dal Coronavirus: un aggiornamento Multi-Asset
Multi-Asset

Affrontare la volatilità di mercato indotta dal Coronavirus: un aggiornamento Multi-Asset

Nelle ultime settimane la diffusione del coronavirus ha accentuato la volatilità di mercato, ma il team di Franklin Templeton Multi-Asset Solutions rimane concentrato sui fondamentali di mercato di lungo periodo. Ed Perks e Gene Podkaminer ci aggiornano su come stanno affrontando la situazione e quali paesi appaiono più protetti dagli shock della crescita.

Considerazioni sulle ripercussioni generali delle tensioni fra Stati Uniti e Iran per gli investimenti
Alternativi

Considerazioni sulle ripercussioni generali delle tensioni fra Stati Uniti e Iran per gli investimenti

I nostri responsabili senior degli investimenti si sono incontrati di recente per discutere delle crescenti tensioni tra Stati Uniti e Medio Oriente. Qui condividono alcune prime riflessioni sulle potenziali ripercussioni per i mercati. 

Non è in questo modo che di norma si concludono i cicli dei mercati azionari
Azionari

Non è in questo modo che di norma si concludono i cicli dei mercati azionari

Dylan Ball, Head of European Equity Strategies, Templeton Global Equity Group spiega perché pensa che l’attuale ciclo dei mercati azionari debba fare ancora una certa strada in Europa e perché si aspetta una ripresa dell’attività sul fronte delle fusioni e acquisizioni internazionali.

Mercati volatili: colpa dei trader ad alta frequenza?
Azionari

Mercati volatili: colpa dei trader ad alta frequenza?

“A nostro parere, il trading ad alta frequenza svolge un ruolo importante nei crolli o nelle riprese di mercato e tale influenza tende ad accentuarsi quando i titoli azionari o i mercati hanno bassi livelli di liquidità.” – Stephen Dover, Head of Equities

K2 Advisors: è finito il mondo della Fed così come l’abbiamo conosciuto finora
Alternativi

K2 Advisors: è finito il mondo della Fed così come l’abbiamo conosciuto finora

Verso la fine del 2018 la volatilità è tornata alla ribalta nel mercato, con numerose incertezze che hanno richiamato alla mente la Grande Recessione. Robert Christian e Brooks Ritchey, K2 Advisors, sono convinti che le turbolenze più recenti siano state legale a certe distorsioni dei prezzi di asset derivanti da azioni della banca centrale. Spiegano che cosa significhi tutto questo per gli investitori e in particolare per il veicolo delle strategie alternative.

Rallentamento non significa arresto. Le nostre prospettive per tassi d’interesse, inflazione e Cina
Obbligazionari

Rallentamento non significa arresto. Le nostre prospettive per tassi d’interesse, inflazione e Cina

Sebbene nel corso della sua riunione sulla politica monetaria la Federal Reserve (Fed) abbia deciso di lasciare i tassi d’interesse invariati, il mercato sembra pensare che la banca centrale statunitense potrebbe fare una pausa per un lungo periodo. Il prolungato shutdown del governo statunitense ha accentuato le preoccupazioni che l’economia possa essere a un punto di svolta, ma Sonal Desai, Chief Investment Officer, Franklin Templeton Fixed Income Group, riflette sui motivi per cui ritiene errato pensare che per quest’anno la Fed non voglia aumentare affatto i tassi quest’anno.

Il rischio reale nei mercati globali attuali
Prospettive

Il rischio reale nei mercati globali attuali

Sebbene alcuni osservatori temano che il ciclo economico globale si stia concludendo, Michael Hasenstab, CIO di Templeton Global Macro, descrive il rallentamento della crescita come una decelerazione ciclica, non come la fine del ciclo. Ciò che teme di più sono invece le vulnerabilità politiche che sta osservando nell’economia globale di oggi e sostiene che l’aspetto più preoccupante è la crescente frammentazione del mondo dovuta alle politiche populiste.

Analisi delle turbolenze di mercato in un contesto più ampio
Multi-Asset

Analisi delle turbolenze di mercato in un contesto più ampio

Molti investitori azionari sono stati indubbiamente felici di mettersi il 2018 alle spalle. In particolare, l’accentuata volatilità emersa nel quarto trimestre dell’anno ha colto di sorpresa numerosi investitori. Tuttavia, ciò che spesso sfugge nelle discussioni sulla volatilità è che le sue origini non sono da ravvisare in un peggioramento diffuso dei fondamentali economici, secondo quanto sostenuto da Ed Perks, CIO, Franklin Templeton Multi-Asset Solutions. Inoltre sottolinea che gli investitori si erano talmente abituati a bassi livelli di volatilità che in effetti il 2018 ha segnato un ritorno a “livelli normali”.

Le cause della recente volatilità sui mercati azionari
Azionari

Le cause della recente volatilità sui mercati azionari

Negli ultimi mesi, gli investitori azionari hanno dovuto far fronte a un elemento con in quale non si confrontavano da un po’ di tempo: la volatilità. Sebbene i rialzi e i ribassi possano essere fonte di nervosismo, la volatilità può creare opportunità per gli investitori di lungo termine. Stephen Dover, Head of Equities, esamina le aree in cui a suo avviso stanno emergendo opportunità e analizza le cause all’origine delle recenti turbolenze di mercato.